Quantcast

Via Fratelli Cervi, ciclista sbatte la testa e muore

L'uomo, un 36enne padre di tre figli, ha attraversato la strada all'altezza della rotonda con via Chopin, ha urtato contro il guard rail ed è caduto a terra

REGGIO EMILIA – Un ciclista ha perso la vita, questa sera intorno alle 20, mentre attraversava la strada sulla sua bicicletta sulla via Emilia, all’altezza di via Fratelli Cervi, all’incrocio con la rotonda che porta in via Chopin.

Nell’attraversamento, il ciclista ha colpito il guard rail dall’altro capo della strada che sepaera la pista ciclabile dalla strada ed è caduto a terra mentre arrivava un camion, vicino alle strisce pedonali.

L’uomo ha battuto con la testa sull’asfalto. Quando i soccorritori inviati dal 118 sono arrivati sul posto, le sue condizioni sono apparse subito disperate. I medici hanno cercato di rianimarlo, ma il ciclista è morto poco dopo. Sul posto i carabinieri e la polizia municipale di Reggio.

SSecondo una prima ricostruzione degli Agenti il fondo stradale non presenta anomalie e non sono stati coinvolti altri veicoli. La salma è stata trasportata alla camera ardente del cimitero di Coviolo a disposizione della famiglia.

Il ciclista aveva 36 anni, era ucraino, si chiamava Mykahilo Goncharuk, era sposato, padre di tre figli ed era residente a Reggio in via Bolognesi.