Vecchi: “Sicurezza stradale, giro di vite in autunno”

Diciotto morti sulle strade della provincia, di cui otto solo a Reggio, in otto mesi. Il sindaco: "Ci sono strade in cui si corre troppo. In alcune installeremo autovelox fissi. Su certi incroci semaforici installeremo photored. I controlli aumenteranno"

REGGIO EMILIA – “In autunno daremo un pesante giro di vite” sulla sicurezza stradale. Lo annuncia il sindaco Luca Vecchi su Facebook scrivendo: “Le vittime da incidenti stradali sono troppe. Fosse anche una sola ogni anno sarebbe comunque un problema”.

Continua Vecchi: “Ci sono strade in cui si corre troppo. In alcune installeremo autovelox fissi. Su certi incroci semaforici installeremo photored. I controlli aumenteranno. Lo dico ora che non siamo in un momento immediatamente successivo ad un incidente”.

E conclude: “Ci sono sensibilità che si maturano sul campo. Impari a sentirle come un problema. Le vittime sono francamente troppe. Per questo interverremo”.

La preoccupazione del primo cittadino è giustificata dall’elevato numero di incidenti mortali (per non contare quelli gravi) avvenuti sulle strade della nostra provincia dall’inizio dell’anno in cui ben 18 persone hanno perso la vita in otto mesi (di cui otto a Reggio cinque dei quali sono stati rilevati dalla polizia municipale).

La lunga scia di sangue
Incidente mortale del 21 agosto in via Inghilterra, muore ex vigilessa di 56 anni. Incidente mortale sulla via Emilia a Bagno l‘8 agosto, muore una 85enne. Il 20 luglio a Quattro Castella muore un’insegnante finendo fuori strada. Il 19 luglio muoiono marito e moglie dopo un frontale fra auto a Masone. Il 7 luglio a Scandiano finendo contro un albero muore un 76enne. Il 30 giugno muore un uomo di 66 anni in scooter a Massenzatico. Il 29 giugno una donna di 93 anni è stata investita in viale dei Mille e muore alcuni giorni dopo. Il 29 maggio muore un giovane di 19 anni fra Cavriago e Montecchio. Il 27 maggio un uomo di 56 anni muore in via della Fornace a Cavriago. Il 20 maggio un uomo di 47 anni in scooter muore in via dei Templari. Il 5 maggio muore un uomo in bicicletta a Fabbrico. Il 16 aprile a Correggio muore una quindicenne in scooter investita da un’auto. Il primo aprile del 2015 un uomo di 38 anni muore a Montecavolo finendo fuori strada. Il 15 marzo muore a Rubiera un motociclista poliziotto della stradale. Il 23 febbraio si verifica un incidente mortale sulla A1 fra Campegine e Reggio. Il 25 gennaio, auto fuori strada, muore un 27enne a Luzzara. Il 12 gennaio in via Nagasaki muore un uomo di 61 anni.