U2 al Campovolo? Bono: “Concerti in Italia, ma al chiuso”

In un'intervista due settimane fa a La Stampa il leader della band di Dublino ha detto che tornerà in Italia, ma nei palazzetti. Sembra quindi impossibile una data al Campovolo. Anche Live Nation Italia smentisce

REGGIO EMILIA – Gli U2 al Campovolo come nel 1997? La Gazzetta di Reggio lo ha ipotizzato sull’onda dell’entusiasmo suscitato dal concerto di sabato e dal fatto che il sindaco ha detto, come ha dichiarato anche al nostro giornale, che intende organizzare un grande evento l’anno prossimo al Campovolo.

Certo sarebbe un sogno riportare le lancette indietro di quasi vent’anni a quel mega evento che diede il via ai grandi concerti in quell’area. Ma l’entusiasmo, legittimo, cozza contro quanto ha detto Bono a La Stampa alla vigilia del concerto di Torino, circa due settimane fa. Il leader degli U2, in un’intervista che potete leggere qui, disse: “Faremo altri concerti l’anno prossimo e saranno ancora al chiuso. Sappiamo bene che dobbiamo tornare in Italia e sinceramente speriamo di tornare anche a Torino”.

Rockol stamattina ha sentito Live Nation Italia, società che cura gli interessi dal vivo nel nostro Paese degli U2, che “non conferma assolutamente” la notizia. Una dichiarazione e una smentita, dunque, che sembra far svanire la possibilità di un concerto della band di Dublino in un’area come il Campovolo. Speriamo che il leader degli U2 cambi idea, perché quello del ’97 fu un gran concerto.