Quantcast

Street food e mercatini, così rivivrà il quartiere della stazione

Dopo l'evento che ha attirato 20mila persone in tre giorni, il Comitato di viale IV Novembre pensa anche ai mercatini di Natale di Merano e di Forte dei Marmi. L'idea di un brand Via Emilia

REGGIO EMILIA – Circa 20mila persone in tre giorni. Un bilancio notevole per il festival dello Street Food che è appena terminato in viale IV Novembre. Tanto che il Comitato di cittadini della zona, da tempo sul piede di guerra nei confronti della amministrazione a causa del degrado della zona, pare si sia riavvicinato al Comune proponendo altre iniziative simili per ravvivare il quartiere della stazione.

Il Comitato sta pensando di coinvolgere anche altre strade, oltre a Viale IV Novembre, e fare manifestazioni anche in altri periodi dell’anno. Fra le possibili iniziative i mercatini di Natale che vengono da Merano e il mercato di Forte dei Marmi, format già sperimentati e di sicuro interesse. Aggiunti alle due edizioni del festival dello Street food, che dovrebbero tenersi in primavera e a fine agosto, si arriverebbe a quattro grosse manifestazioni all’anno che dovrebbero contribuire ad animare e rilanciare uno dei quartieri più problematici di Reggio.

Sempre in tema di rilancio, ma questa volta del centro storico, bisogna considerare che Zara aprirà, entro il 2016, un grosso punto vendita nel palazzo di piazza del Monte di proprietà della Fondazione Manodori. Poi c’è Palazzo Bussetti in cui aprirà presto un ristorante su tre piani.

Infine, sempre in tema di valorizzazione della città, bisogna aggiungere che, a livello regionale, si sta ragionando sul brand Via Emilia, con una serie di eventi collegati, da Piacenza a Modena per valorizzare il turismo in un’area vasta.