Park Vittoria, il comitato: “Opera in forte ritardo”

Sono iniziati i lavori di svuotamento dell'acqua e di recupero dei mosaici. Ma i cittadini evidenziano: "La piazza dovrebbe essere già coperta"

REGGIO EMILIA – Ripartono, dopo settimane di stallo, i lavori nel cantiere del Park Vittoria di Reggio Emilia. Il comitato “No park”, che raggruppa i cittadini contrari al contestatissimo parcheggio sotterraneo nel centro della citta”, segnala su Facebook che “sono iniziati (ripresi) i lavori per rimuovere e mettere in sicurezza i reperti archeologici rinvenuti (tre mosaici di una domus romana della Regium Lepidi)”.

I lavori di spostamento dei mosaici dovrebbero durare fino a tutto ottobre 2015. Nel frattempo, prosegue il comitato, “finalmente hanno cominciato ad ottemperare a quanto ordinato dalla Ausl cioe’ la rimozione dello stagno d’acqua di falda che da mesi occupa costantemente lo scavo. Ma c’e’ chi scommette sul fatto che l”acquitrino tornera’ presto”.

I cittadini sottolineano pero’ in conclusione anche il forte ritardo dei lavori dell’opera sulla tabella di marcia inizialmente prevista: “A proposito di ritardi: siamo a inizio settembre, cioe’ all’inizio del 17esimo mese dalla recinzione di piazza della Vittoria. Secondo il cronoprogramma la piazza soprastante il parcheggio dovrebbe gia’ essere coperta e in fase di restyling per la nuova pavimentazione. Mentre gli scavi archeologici dovevano gia’ essere conclusi 7 mesi fa” (Fonte Dire).