Quantcast

Ligabue, la carica dei 150mila: le limitazioni al traffico

Ben 1.200 gli uomini in campo. Chiuse al traffico, e pedonalizzate già dalle 8 di sabato mattina via Marelli (tra via Pasteur e via Pinotti), via Agosti e via Adua. Il sindaco: "Polizia municipale mobilitata al completo"

REGGIO EMILIA – La nostra città si prepara ad accogliere i circa 150.000 fan di Luciano Ligabue, previsti in arrivo in citta’ il prossimo 19 settembre. Per la sicurezza dell’area del Campovolo (dove la rockstar festeggera’ i 25 anni di attivita’ con un maxi concerto), il sindaco Luca Vecchi spiega oggi in Consiglio che sara’ mobilitata la “sostanziale totalita’” dei 150 agenti della Polizia municipale di Reggio, affiancati da altri 12 agenti provenienti dai comandi dei Comuni vicini. Le unita’ saranno operative gia’ dal giorno precedente il concerto.

E’ inoltre previsto un piano di assistenza socio sanitaria, concordato con l’Ausl e l’ospedale Santa Maria, che prevede nell’area interna all’arena sei punti di assistenza medici gestiti da operatori socio sanitari, medici, e infermieri e almeno 10 ambulanze fisse a partire dal pomeriggio del 19 settembre. All’esterno saranno invece attivi circa 100 volontari delle “croci” mediche.

Da riorganizzare anche la viabilita’ della zona, che vedra’ anche la pedonalizzazione di alcune aree come quella di piazzale Europa. Il Comune contribuira’ all’evento con piccole manutenzioni e interventi di sicurezza del valore di “poche migliaia di euro” mentre “non e’ previsto alcun introito diretto per l”amministrazione”. Per il sindaco e’ comunque evidente “l’indotto economico per il territorio, che potra’ essere quantificato ex post”.

Le limitazioni al traffico
In totale si calcola che saranno circa 1.200 gli uomini in campo, tra volontari, Protezione civile, forze dell’ordine e municipale, con l’obiettivo di agevolare al massimo l’arrivo e il deflusso dei 150 mila spettatori. I provvedimenti scatteranno già venerdì 18 quando arriveranno i primi fans per il prologo di “Aspettando il Campovolo”. Dalle 21 di venerdì 18, fino alle 7 di domenica 20, sarà chiusa l’uscita 3 della tangenziale nord, in direzione Parma.

Complessivamente, per le auto saranno dieci i parcheggi, disseminati tutti intorno all’aeroporto. Sabato la maggior parte delle strade vicine alle aree adibite a parcheggio saranno progressivamente chiuse. Le strade interessate da questo tipo di provvedimenti saranno via Ruini, via Morandi, via del Partigiano, via del Chionso, via Gramsci, via dell’Aeronautica, via Vertoiba, via Lenin, viale Ramazzini, via Bligny, via Pasteur, via Pinotti e via Caduti delle Reggiane.

Chiuse al traffico, e pedonalizzate già dalle 8 del mattino di sabato 19, saranno invece via Marelli (tra via Pasteur e via Pinotti), via Agosti e via Adua. Un ulteriore provvedimento interesserà la zona dei parcheggi di Villa Curta e del Ponte della Pedagna, da dove partirà una strada divisa in due: una metà sarà adibita a corsia di emergenza per i mezzi di soccorso e le forze dell’ordine, un’altra metà sarà invece pedonalizzata, esclusivamente dedicata ai circa 20 mila spettatori che lasceranno l’auto ai parcheggi al di là del campovolo. L’ingresso al concerto resterà in via dell’Aeronautica, all’altezza dell’incrocio con via del Chionso.