Giareda, raffica di furti: commercianti infuriati

Quando la manifestazione di corso Garibaldi chiude spariscono borse, caramelle, oggetti di antiquariato e incassi della giornata

REGGIO EMILIA – Furti a raffica alla Giareda con le bancarelle che vengono saccheggiate di continuo durante la notte. E’ quanto riporta la Gazzetta di Reggio che ha intervistato diversi commercianti infuriati.

Quando la manifestazione di corso Garibaldi chiude spariscono borse, caramelle, oggetti di antiquariato e incassi della giornata.

Pare che, ad oggi, siano stati derubati almeno trenta commercianti. L’elenco di cose rubate è davvero variegato: cucce per cani, pietre preziose, capi di abbigliamento, dolci per bambini, soldi dell’incasso.