Bosco urbano dedicato ad Enrico Berlinguer

Fra il Campovolo e la ferrovia Milano-Bologna. Vecchi: "Uno dei protagonisti della storia d'Italia"

REGGIO EMILIA – E’ stato intitolato ad Enrico Berlinguer il bosco urbano fra il Campovolo e la ferrovia Milano-Bologna. Alla cerimonia, oggi alle 18, hanno partecipato il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, l’ex segretario del Pd, Walter Veltroni e l’assessore alle Infrastrutture del territorio e beni comuni Mirko Tutino.

La nostra città rende così omaggio a una delle figure politiche più importanti della storia italiana e ricorda un momento politico di rilevanza nazionale: il comizio che l’allora segretario del Partito comunista italiano tenne nel settembre 1983 alla Festa nazionale dell’Unità, che si svolgeva al Campovolo. Quella fu una delle ultime occasioni  in cui Berlinguer parlò in un comizio pubblico prima della sua scomparsa, avvenuta l’anno successivo: ad ascoltarlo erano presenti oltre un milione di persone.

Nel corso della cerimonia viene apposta una targa in ricordo di Berlinguer, con una citazione del segretario del Pci, in carica dal 17 marzo 1972 all’11 giugno 1984: “Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi, può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell’uomo, del suo benessere, della sua felicità. La prova per questo obiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita”.

“Enrico Berlinguer è stato uno dei protagonisti maggiori della storia dell’Italia repubblicana – spiega il sindaco Luca Vecchi – Se la figura di Berlinguer riesce, ancora oggi, a esercitare un indiscusso fascino nelle nuove generazioni è perché seppe, lungo tutto l’arco della sua vita, incarnare alcune doti fondamentali per la politica: la lungimiranza di chi guarda non al domani, ma ai decenni a venire; l’apertura mentale che consente di tenere assieme quadro nazionale e internazionale; il carisma del leader, l’integrità morale e una grande umanità. Enrico Berlinguer ha pagato, in un periodo della sua esperienza politica, le critiche al dialogo proficuo e alla collaborazione con Aldo Moro: la storia si è incaricata di restituire ad entrambi il giusto riconoscimento di un’intuizione che aveva al centro il bene superiore dell’Italia”.

Il bosco urbano “Enrico Berlinguer” si sviluppa per una superficie complessiva di circa 145.000 metri quadrati a nord est di Reggio Emilia, tra il quartiere di Santa Croce, quello della Stazione e quello di Ospizio, in una zona con rilevanze naturalistiche e si allaccia alla Cintura verde connettendosi con il Parco del Rodano. Il parco dedicato a Berlinguer si inserisce dunque nei 4,6 milioni di metri quadrati di estensione di parchi e aree verdi fruibili a gestione comunale, che salgono a 9,8 milioni di metri quadri se si considera la superficie di tutte le aree verdi pubbliche a gestione comunale.