Tenta violenza sessuale a ragazza su pista ciclabile

L'aggressione è avvenuta giovedì sera nel tratto che collega il tribunale a via Pansa: l'uomo sarebbe un nordafricano

REGGIO EMILIA – Un uomo, probabilmente un nordafricano, ha tentato una violenza sessuale, giovedì scorso intorno alle 19, su una studentessa diciassettenne lungo la ciclopedonale che collega la zona del tribunale (in via Paterlini) all’area di via Pansa. Lo riporta la Gazzetta di Reggio.

La squadra mobile della polizia, che sta indagando sulla vicenda, ha appurato che un uomo in bicicletta ha abbordato la ragazza che stava percorrendo a piedi la pista ciclopedonale. L’aggressore ha approfittato del fatto che, in quel punto, una siepe non permette alle auto che passano di vedere quello che accade.

Al momento dell’aggressione, fra l’altro, la pista ciclabile era deserta. La diciassette si è trovata con le mani addosso dello sconosciuto che hanno alzato la maglia per palpeggiarla. Per sua fortuna ha avuto la forza di reagire, si è divincolata ed è scappata. Per fortuna è riuscita ad arrivare a casa di un’amica che abita lì vicino e ha chiamato la polizia e i genitori.

La diciassettenne sostiene che ad aggredirla sia stato un nordafricano. La polizia sta cercando ora di risalire al responsabile.