Quantcast

Sorelle morte nel Secchia, resta grave la sopravvissuta

E' in prognosi riservata Khaoula Louahbi, la 21enne marocchina ricoverata all’ospedale civile Sant’Agostino Estense di Baggiovara a Modena

MODENA – Resta in prognosi riservata Khaoula Louahbi, la 21enne marocchina ricoverata all’ospedale civile Sant’Agostino Estense di Baggiovara a Modena e le sue condizioni, gravi, sono definite stabili in un bollettino medico. La giovane ieri era stata soccorsa nel fiume Secchia a Sassuolo, nella zona di Borgo Venezia, dove sono morte due sue sorelle, Hajar, 18 anni, e Khadija, 9 anni.

L’amministrazione comunale di Sassuolo ha intanto proclamato per domani il lutto cittadino, “per interpretare i sentimenti di dolore, cordoglio e solidarietà alla famiglia Louahbi, da parte dell’intera comunità”. Oltre all’annullamento della festa del Sassuolo Calcio già sospesa e rinviata a data da destinarsi dal club, il Comune invita per l’intera giornata ad un comportamento consono, per quanto concerne le attività ludico-ricreative, “al rispetto del sentimento di cordoglio generale”.

Un messaggio di partecipazione e dolore alla famiglia è stato inviato anche da Angelo Andrisano, rettore dell’università di Modena e Reggio Emilia, cui è iscritta Khaoula. E vicinanza è stata espressa da Gian Luigi Giacobazzi, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo statale Sassuolo 2 Nord.