Rubiera, camion tampona auto: donna morta e due persone gravi

L'incidente davanti al caseificio di Bagno: l'auto è finita fuori strada per la violenza dell'impatto. Muore Anna D'Arienzo

RUBIERA (Reggio Emilia) – Una donna di 85 anni, Anna D’Arienzo, originaria dell’avellinse ma residente a Reggio, è morta e tre persone sono rimaste ferite (due in modo molto grave), dopo un incidente stradale avvenuto oggi, poco dopo le 17, sulla via Emilia in direzione Rubiera davanti al caseificio di Bagno.

Un camion con rimorchio ha tamponato una Lancia monovolume mandandola fuori strada. Sul posto i vigili del fuoco, tre ambulanze e due elicotteri del soccorso.

Quando sono arrivati, per la donna nell’auto, l’85enne che sedeva dietro, non c’era più nulla da fare. Gravissime, invece, le condizioni delle altre due persone a bordo dell’auto, due uomini, che sono state portate al Maggiore di Parma. Si tratta del conducente, il 48enne agente di polizia penitenziaria Antonio Panariello e del padre, Aiello Panariello. Ferita anche una ragazza di 28 anni di Formigine, Stefania Mendozzi. Praticamente illeso, invece, l’autista del camion, F.V., un 47enne di Modena. Il traffico sulla via Emilia è bloccato per consentire i soccorsi. Si sono già formate lunghe code.

Pare che la Lancia stesse attendendo di svoltare a sinistra per entrare nel caseificio. Alle sue spalle una Fiat Punto e il camion. Quando la seconda auto ha visto che il camion l’avrebbe tamponata, si è buttata sulla destra ed è stata solo parzialmente investita. L’autocarro ha invece tamponato violentemente la Lancia. L’auto era piena di valigie, perché probabilmente i tre occupanti stavano partendo per le vacanze.