Rifondazione in lutto, è morto Johnny Rovacchi

L'ex consigliere comunale è spirato ieri mattina al Santa Maria Nuova a 74 anni

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Rifondazione comunista in lutto. E’ morto ieri mattina al Santa Maria Nuova, dopo una malattia che in pochissimo tempo lo ha stroncato, Giuliano “Johnny Rovacchi”, ex consigliere comunale per dieci anni, dal ’95 al 2005, in sala del Tricolore. Rovacchi aveva 74 anni.

Era uno dei cosiddetti “ragazzi con la maglietta a strisce” che il 7 luglio 1960 erano in piazza quando la polizia di Tambroni sparò sui manifestanti uccidendone 5. Quel giorno ha segnato il percorso del suo impegno politico. Rovacchi sarà un protagonista del ’68, in particolare darà vita al movimento dei lavoratori-studenti che, a Reggio, ebbe un ruolo molto importante.

Poi gli anni dello scioglimento del Pci. Giuliano non condivise la svolta di Occhetto e fu fra i fondatori di Rifondazione Comunista. Rovacchi si era laureato in Scienze Politiche dopo avere conseguito, molti anni prima, il diploma di geometra. Attività che svolgeva come libero professionista, affiancata da quella di perito in Tribunale.

“Caro Johnny – così lo salutano i compagni di Rifondazione – per noi è come se fosse morto un fratello maggiore. Ci mancheranno la tua compagnia, le tue riflessioni mai banali, la tua amicizia. Ciao Johnny, riposa in pace”.

Più informazioni su