Materasso imbottito di eroina, spacciatrice arrestata

La donna, una 40enne originaria della provincia di Cagliari, ha patteggiato stamattina una pena di dieci mesi

REGGIO EMILIA – Una 40enne, originaria della provincia di Cagliari, è stata arrestata ieri pomeriggio dai carabinieri che hanno trovato a casa sua il materasso pieno di dosi di eroina. Tutto è nato dalle segnalazioni dei residenti che hanno riferito ai carabinieri di una cospicua attività di spaccio nell’abitazione della donna e nel quartiere dove si vedevano molti tossicodipendenti.

Per questo motivo i carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Reggio Emilia hanno preso delle mountain bike e hanno pattugliato la zona fino al tardo pomeriggio di ieri, quando l’attenzione dei “carabinieri ciclisti” si è rivolta verso uno dei tanti giovani tossicodipendenti, notati nei giorni scorsi, che, dopo aver parlato animatamente al cellulare ed essersi guardato attorno, è stato avvicinato dalla donna dalla quale ha ricevuto un involucro dando in cambio dei soldi.

Dopo lo scambio i carabinieri hanno fermato il giovane acquirente con la sua dose di eroina e la donna, una 40enne di San Gavino Monreale, in provincia di Cagliari, trovata in possesso di 40 euro. Dalla strada alla vicina abitazione della donna il passo è stato breve. Qui i militari hanno trovat dentro al materasso del letto della donna varie dosi di eroina già confezionate e pronte allo spaccio per un peso complessivo di una decina di grammi.

Lo stupefacente è stato sequestrato insieme ad un bilancino di precisione trovato in casa e al telefono cellulare. La quarantenne è stata arrestata, mentre il cliente è stato segnalato come assuntore d’eroina alla prefettura di Reggio Emilia. Questa mattina la donna, comparsa davanti al tribunale di Reggio Emilia, ha patteggiato la pena a 10 mesi di reclusione e 2000 euro di multa con il beneficio della sospensione della pena.