Interpump, l’utile vola a 80 milioni di euro

La semestrale: le vendite nette si sono attestate a 467 milioni di euro, con una crescita del 36,9% sui 341,2 milioni del 2014

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Si è chiuso con un utile netto pari a utile netto pari a 80,6 milioni di euro, con un incremento del 144% sui 33,1 milioni di euro dell’anno precedente, “grazie anche a proventi finanziari una-tantum di 32 milioni di euro”, in applicazione dei principi contabili internazionali ‘Ifrs 3’, il primo semestre del 2015 per Interpump, produttrice di pompe a pistoni professionali ad alta pressione, attiva nel settore dell’oleodinamica e quotata a Piazza Affari.

Le vendite nette, si legge in una nota del gruppo reggiano, si sono attestate a 467 milioni di euro, con una crescita del 36,9% sui 341,2 milioni del 2014 mentre il margine operativo lordo è risultato pari a 96,6 milioni, in progresso del 36% sui 71 milioni dell’anno precedente.

Il ‘free cash flow’, viene spiegato ancora, è risultato pari a 29,5 milioni, contro i 5 milioni del primo semestre 2014 mentre la posizione finanziaria netta al 30 giugno 2015, chiosa la nota, è risultata pari a 282,5 milioni rispetto ai 152 milioni al 31 dicembre 2014, “a causa di esborsi per acquisizioni di partecipazioni per 123,3 milioni e acquisto di azioni proprie per 21,5 milioni, oltre al pagamento di dividendi per 20,4 milioni di euro”.