Furti al Sigma e all’Esselunga: due denunce

Una 43enne reggiana e un 24enne ucraino sono stati denunciati a piede libero

REGGIO EMILIA – Una 43enne reggiana e un 24enne ucraino sono stati denunciati a piede libero per due furti avvenuti ieri pomeriggio al Sigma e all’Esselunga di Reggio Emilia. Nel primo caso un cliente ha notato che una donna, poi identificata come M.G., che ha nascosto sotto l’ampia gonna degli articoli prelevati dagli scaffali e si è presentata alla cassa per pagare una sola confezione di pasta.

Il personale addetto alla vigilanza ha fermato la donna e ha chiamato la polizia. Gli agenti giunti sul posto hanno visto che la donna, già nota per reati contro il patrimonio, si era appropriata di confezioni di tonno, del caffè, di una bottiglia di olio e della carne macinata.

Nel secondo episodio, avvenuto all’Esselunga di viale Timavo, i due addetti alla sicurezza, dopo aver notato tramite il sistema di videosorveglianza i movimenti sospetti di un uomo, hanno accertato che si era appropriato di due punte di Parmigiano Reggiano nascondendole dentro la tuta.

L’arrivo della Volante ha consentito di evitare che l’episodio degenerasse dato che l’uomo si stava rivolgendo con fare minaccioso nei confronti dei due addetti e stava cercando di darsi alla fuga sottraendosi al loro controllo. Identificato per K.R., ucraino 24enne, irregolare è stato denunciato per furto aggravato e nei suoi confronti è stato emesso decreto di espulsione.