Fallimenti in calo nel primo semestre 2015

Sono 60 i dissesti, 27 in meno rispetto ai primi sei mesi 2014. Si concentrano nel settore dell’industria e delle costruzioni (34 casi)

REGGIO EMILIA – Hanno registrato una battuta d’arresto, nel corso del primo semestre 2015, i

I fallimenti registrati nel primo semestre 2015 (dati Cciaa)

I fallimenti registrati nel primo semestre 2015 (dati Cciaa)

fallimenti dichiarati in provincia di Reggio Emilia. I dissesti rilevati, infatti, sono stati 60, vale a dire 27 in meno rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente.

L’analisi effettuata dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio su dati del Tribunale evidenzia una prevalenza di fallimenti nel settore dell’industria e delle costruzioni, nel quale si concentra più della metà dei casi registrati (34 fallimenti). In particolare, l’attività edilizia (con 17 casi) è stata quella che maggiormente ha risentito della fase di crisi che in questi ultimi anni ha vissuto il tessuto economico della nostra provincia.

Ben 16, poi, i dissesti finanziari registrati nel commercio e pubblici esercizi, dato stabile in raffronto allo stesso periodo dell’anno passato.

Fra le aziende degli altri comparti, che comprendono l’agricoltura e i servizi alle imprese e alla persona, le difficoltà finanziarie si sono rilevate soprattutto per le attività immobiliari (4 dissesti).