Quantcast

Contromano e senza casco sullo scooter rubato al sindaco

Rocamboloesco inseguimento per le vie di Parma tra la municipale e due uomini in sella a un motoveicolo rubato al sindaco di Boretto

BORETTO (Reggio Emilia) – Contromano e senza casco sullo scooter rubato al sindaco Massimo Gazza: 32enne finisce nei guai.

Alle ore 18.20 di domenica una pattuglia della Polizia Municipale di Parma, impegnata in normale servizio di controllo del territorio, ha notato uno scooter con a bordo due individui privi di casco che percorreva viale Tanara in senso contrario rispetto a quello consentito. Il motoveicolo ha proseguito la sua corsa imboccando, sempre contromano, viale Pier Maria Rossi e via Torelli per poi arrestarsi, sempre tallonato dagli agenti, all’ingresso del Parco Ferrari.

A quel punto i due individui hanno abbandonato lo scooter e sono fuggiti a piedi attraverso il Parco, sempre tallonati dagli agenti che hanno proseguito l’inseguimento sia a piedi che con l’auto di servizio. Infine uno dei due è stato intercettato: si tratta di B.T. di anni 32, tunisino residente in Parma. L’uomo è stato indagato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. Lo scooter infatti è risultato essere stato rubato poche ore prima a Santa Croce di Boretto, nel garage della casa dei genitori del sindaco Massimo Gazza. E’ stato lo stesso, dopo che la Polizia municipale  aveva contattato la famiglia per dar notizia del ritrovamento dello scooter, a raccontarlo sulla sua pagina Facebook.

Sono in corso indagini, sia tramite testimoni oculari che tramite esame dei filmati della video sorveglianza, al fine di risalire all’identità del secondo individuo datosi alla fuga.