Masone, camionista ubriaco sfonda cancellata: via Emilia in tilt

Il camionista rumeno aveva un tasso di alcol nel sangue quasi tre volte il limite fissato dalla legge e viaggiava a cento all'ora. Gli è stata tolta la patente

REGGIO EMILIA – Camionista rumeno ubriaco sfonda cancellata sulla via Emilia all’altezza di Masone. Per fortuna, nell’impatto, non ci sono state conseguenze per i terzi ma l’incidente, viste le condizioni del conducente, avrebbe potuto avere ripercussioni molto più gravi.

Alla guida del suo autoarticolato Scania stava percorrendo via Bacone verso Modena quando, alla rotonda tra la via Emilia e via Manzotti, ha perso il controllo del mezzo ed è finito nel cortile della banca trascinando con sé la segnaletica stradale presente in rotatoria, un palo della luce e una parte del muretto di recinzione della filiale Unicredit.

Una rovinosa uscita di strada costata la patente a un camionista rumeno di 47 anni, che alle prove dell’alcoltest, durante i rilievi condotti dagli agenti della polizia municipale, è risultato positivo con un tasso alcolemico quasi tre volte il limite fissato dalle legge. Il mezzo viaggiava inoltre a forte velocità.

Dai controlli condotti dagli agenti sul cronotachigrafo del mezzo, infatti, l’autoarticolato viaggiava ad una velocità quasi doppia rispetto quella prevista dal limite di velocità di via Bacone che in quel tratto è di 50 chilometri all’ora.