Arrestato, subito scarcerato, di nuovo in cella: qui gli arriva un’altra denuncia

Nuova denuncia per il correggese Andrea Lambruschi: dopo il raid nelle case di riposo e lo scippo violento, avrebbe rubato anche in una palestra di Guastalla

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Arrestato dai Carabinieri reggiani dopo una serie di furti ai danni delle case di riposo, il 27enne correggese Andrea Lambruschi era stato scarcerato per poi venire arrestato dopo un’ora dagli stessi Carabinieri per la rapina della borsetta ai danni di una 37enne reggiana (finita in ospedale con una prognosi di 20 giorni per i traumi riportati). Per quest’ultimo grave episodio è rimasto in carcere dove altri guai l’hanno però raggiunto.

Secondo le indagini dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio sarebbe infatti il 27enne il ladro che la notte del 15 luglio dopo essere entrato fraudolentemente all’interno di una palestra di Via Sacco e Vanzetti a Guastalla, ha forzato i distributori automatici di bevande collocati nell’area relax asportando il danaro custodito nelle cassette.

A confermare il buon esito delle indagini anche la perfetta corrispondenza dei risultati degli accertamenti antropometrici tra l’indagato e l’individuo immortalato dalle telecamere di videosorveglianza della struttura sportiva che rivelano nel correggese l’autore di anche questo furto. Il giovane reggiano, ora in carcere per la rapina, è stato quindi raggiunto da una nuova denuncia.