Vaccari (M5S): “Il Pd salva ancora una volta Iren”

Il capogruppo contro il vicesindaco Sassi: difende la sua poltrona

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Iren e’ salva e probabilmente, come gia’ successo, qualcuno fara’ carriera”. Norberto Vaccari, capogruppo del Movimento 5 stelle in sala del Tricolore, torna a commentare gli ultimi sviluppi sul nodo acqua pubblica a Reggio Emilia e le polemiche registrate ieri in Consiglio comunale. Con la sola astensione dei consiglieri Salvatore Scarpino e Lanfranco De Franco il Partito democratico ha infatti respinto un nuovo ordine del giorno proposto dai 5 stelle per valutare le ipotesi di finanziamento ad una societa’ interamente pubblica per la gestione del servizio idrico.

Nel mirino di Vaccari pero’ finisce soprattutto il vice sindaco Matteo Sassi (Sel) secondo il quale, nonostante la capogruppo di Sel Lucia Lusenti abbia votato a favore dell’ordine del giorno, chi ha proposto il documento non e’ “di sinistra”. Accuse che Vaccari rispedisce subito al mittente: “Adesso e’ di sinistra chi difende gli interessi di privati azionisti (che fanno il loro lecito lavoro), gli interessi di amministrazioni piddine che devono coprire le loro incapacita’ con i proventi di una gestione privata di una cosa pubblica e gli interessi di amministratori incapaci che a parole non aumentano le tasse, ma nei fatti lasciano aumentare del 44% il costo in bolletta dell’acqua ed attendono fiduciosi le regalie del gestore Iren”.

Il Movimento 5 Stelle, ribadisce Vaccari, “non e’ ne’ di destra ne’ di sinistra. E’ solo ed esclusivamente per il bene, presente e futuro, dei cittadini. Non abbiamo poltrone da vicesindaco da difendere e nemmeno nessun’altra poltrona che non sia una sedia in piazza fra la gente”.

Più informazioni su