Truffe agli anziani, pagina Facebook per segnalare reati

L'iniziativa, presentata stamattina mette in rete per la prima volta le istituzioni e le associazioni per la tutela dei cittadini

REGGIO EMILIA – Una nuova pagina su Facebook (con gia’ 196 adesioni) per segnalare le truffe messe in atto soprattutto contro anziani, ma non solo. E’ il tratto saliente della nuova campagna informativa che il Comune di Reggio, insieme a Federconsumatori, Spi-Cgl, Auser e Forze dell’ordine, lancia in vista del mese di agosto per arginare un fenomeno “odioso” e in crescita nel periodo estivo.

Alla pagina sul social network si affiancano inoltre due numeri verdi di Enel e Iren (scarica qui i numeri utili), gia’ attivi da tempo ma non conosciuti da tutti, tramite cui verificare l’identita’ dei venditori o presunti tali che si presentano nelle abitazioni dei cittadini proponendo offerte sui servizi o chiedendo di effettuare controlli sulle reti di luce e gas.

L’iniziativa, presentata questa mattina in municipio a Reggio, mette inoltre in rete per la prima volta le istituzioni e le associazioni per la tutela dei cittadini raggiungendo potenzialmente una vasta fetta di popolazione. Sono infatti 63.500 gli iscritti al sindacato di categoria dei pensionati Spi-Cgil, suddivisi in otto “leghe” sul territorio, mentre 45.00 cittadini del capoluogo, anziani o in condizioni di fragilita’, sono intercettati dai servizi sociali del Comune.

Federconsumatori registra invece circa 15.000 contatti, da cui e’ scaturita una decina di denunce per truffa, mentre l’Auser “presidia” il territorio con 41 centri. La campagna partira’ in agosto ma, viene promesso, continuera’ e sara’ rafforzata anche al rientro delle vacanze.

“Come amministrazione – spiega l’assessore alla Sicurezza Natalia Maramotti- abbiamo scelto di aderire a questa iniziativa per riportare l”attenzione su un tema fondamentale per la qualita’ della vita delle persone, e degli anziani in particolare: quello della vulnerabilita’ e della sicurezza. L’obiettivo e’ fornire a queste persone piu’ fragili le competenze per costruirsi una corazza che le tuteli dalle truffe, senza allarmismi ma in un’ottica di prevenzione”.

L’idea della campagna, aggiunge il presidente di Federconsumatori Giovanni Trisolini di Federconsumatori, “nasce dal desiderio di mettere in rete tutti quei soggetti che lavorano sul territorio sul tema delle truffe, creando una condivisione delle competenze e degli strumenti di prevenzione e tutela. Oltre a ”sanare le ferite” delle truffe, ci siamo chiesti come sia possibile difendersi da questo fenomeno che stimiamo in aumento e abbiamo messo a punto un programma che per il momento prevede una pagina facebook dedicata e due numeri di telefono messi a disposizione da Enel e Iren, che a settembre saranno affiancate da nuove iniziative che, ci auguriamo, coinvolgeranno anche altri operatori e associazioni”.

Alessandra Margini, del Comune di Reggio Emilia, ribadisce infine lo sforzo dell”istituzione nella prevenzione delle truffe: “L’impegno e’ quello di diffondere il piu’ possibile questa iniziativa e di rafforzare ancora di piu’ la rete di prossimita’ intorno ai cittadini piu’ deboli: uno strumento fondamentale, che quotidianamente tutela le persone piu’ bisognose, raggiungendole nella vita di tutti i giorni”.