S. Ilario, rissa fra indiani e pakistani nella piazza centrale: nove arresti

Uno sgarbo sarebbe stato l'origine di un regolamento di conti violento: i due gruppi si sono affrontati con calci pugni, bottiglie di birra, cinghie e lamine metalliche

S.ILARIO (Reggio Emilia) – Rissa per un regolamento di conti fra gruppi rivali, arrestati nove immigrati che si stavano picchiando nella piazza centrale di S. Ilario. Non è chiaro il motivo scatenante, ma è certo che uno sgarbo avvenuto tra un pakistano ed un indiano hanno fatto sì che due gruppi delle rispettive nazionalità si dessero appuntamento ieri nella piazza centrale di Sant’Ilario per un “regolamento di conti”.

I carabinieri, richiamati dalla urla provenienti dalla vicina piazza, sono dovuti accorrere per evitare gravi conseguenze. Sul posto gli uomini dell’Arma hanno dovuto lavorare non poco per sedare i due gruppi che si picchiavano violentemente non solo con calci e pugni, ma anche usando bottiglie di birra, cinghie e lamine metalliche. Lo scontro è stato talmente violento che due militari, intervenuti per sedare la rissa, sono rimasti feriti.

Sul posto sono arrivati anche alcuni residenti che hanno assistito alla scena allibiti per quello che stava accadendo. Una volta riusciti a calmare gli animi e a disarmare i contendenti, i militari di Sant’Ilario hanno accompagnato al vicino comando nove contendenti, cinque indiani e quattro pakistani, che, non contenti, hanno continuato ad offendersi e tentato di percuotersi anche una volta immobilizzati.

A questo punto, dopo averli fatti medicare, perché erano tutti ferti, i carabinieri hanno avviato un lungo lavoro di identificazione dei fermati, conclusosi in serata con il loro arresto per rissa, lesioni personali, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e porto abusivo d’armi.