Quantcast

Progeo, mangimi di qualità per prodotti dop fotogallery video

Viaggio nel mangimificio che produce anche farine per alimentazione umana con il marchio Tre Grazie

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Progeo è una delle più importanti cooperative agricole italiane ed associa singoli agricoltori, loro famigliari e società di varia natura operanti nella produzione agricola e zootecnica. Per conto dei propri soci, localizzati in maggioranza nelle province emiliane e in parte nel territorio lombardo (Mantova-Cremona), Progeo raccoglie cereali, colture oleaginose e proteiche che valorizza attraverso la trasformazione nei propri impianti industriali o la vendita diretta sul mercato.

Progeo

La trasformazione interna assicura la produzione di farine di frumento tenero per l’alimentazione e mangimi per l’allevamento zootecnico. In entrambe queste attività Progeo ha una dimensione imprenditoriale rilevante che la pone tra le prime aziende dei rispettivi settori a livello nazionale.

Vende anche farine e uno dei suoi marchi più conosciuti dai consumatori è sicuramente Tre Grazie (100mila quintali di produzione l’anno). Per il resto fornisce panifici industriali e forni con 700mila quintali l’anno. Ma il grosso della produzione è destinato ai mangimi per animali con 4 milioni di quintali prodotti l’anno. Progeo con i suoi 270 milioni di euro di fatturato l’anno (un utile di 1,5 milioni di euro nel 2014), con 220 dipendenti, è fra i primi sei o sette gruppi in Italia per la produzione di mangimi per animali e fra i primi dieci per l’alimentazione umana.

Marco Pirani, presidente di Progeo, dice: “Facciamo farine per alimentazione umana con 70mila tonnellate l’anno di prodotto. Il marchio che va al conusmatore è il Tre Grazie, ma maggior parte delle nostre vendite sono rivolte a fornai, pizzerie e a industrie di panificazione. Nel biologico facciamo 28 milioni di euro di fatturato l’anno e questo settore, per noi, ha una dimensione importante fra mangimi e farine. Soprattutto per quel che riguarda i mangimi per la zootecnia biologica: latte, uova, eccetera. Ci teniamo molto alla sostenibilità ambientale che, per noi, vuol dire tracciare il prodotto e costruire una filiera ad hoc con gli agricoltori, con le tecniche di produzione migliori e poi tenendolo tracciato, anche dentro allo stabilimento. Abbiamo, poi, una presenza sobria ad Expo nel padiglione della biodiversità che è gestito da Bologna fiere. Lì abbiamo cercato di spiegare cosa significa fare oggi un mangime e di come è determinante per la produzione finale alimentare bene gli animali. Penso a prodotti dop come il Parmigiano-Reggiano o i salumi per cui è fondmentale una nutizione degli animali accurata”.

Marco Pirani, presidente di Progeo

Marco Pirani, presidente di Progeo

Progeo Mangimi garantisce il controllo della presenza di Ogm ed è leader in Italia nella produzione di mangimi da agricoltura biologica certificati. La produzione biologica non utilizza organismi geneticamente modificati, esclude l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi (pesticidi, concimi, diserbanti chimici…), preserva la biodiversità animale e vegetale e rispetta l’ambiente. Il settore Mangimi è anche garanzia per il consumatore in quanto garantisce la costanza e l’attenzione dei controlli lungo tutta la filiera produttiva. (agricoltori, allevatori, macelli, distribuzione).

Più informazioni su