Le lady olimpiche, storie di emancipazione e sport

Convegno domani ai Chiostri della Ghiara con le campionesse Cecilia Camellini (nuoto) e Francesca Ferretti (volley). Tra storia e nuove sfide, la narrazione di una trionfale corsa ad ostacoli

REGGIO EMILIA –  Domani, sabato 4 luglio, Reggio ospita il primo dei convegni inseriti nel programma di eventi collaterali alla quinta edizione dei Giochi internazionali del Tricolore, l’importante manifestazione sportiva giovanile che si svolge in città e nei comuni della provincia dal 25 al 30 agosto 2015.
“L’emancipazione femminile vista attraverso i Giochi Olimpici” è il titolo dell’iniziativa, in programma ai Chiostri della Ghiara di Reggio Emilia (via Guasco, 6) alle ore 11. L’incontro, organizzato da Panathlon international club di Reggio Emilia e Zonta international club di Reggio Emilia, ha l’obiettivo di approfondire il lungo cammino che le donne hanno dovuto percorrere con fatica, costanza, passione e impegno, per vedere riconosciuti i loro diritti nel mondo dello sport e in particolare in quello olimpico. Per l’occasione saranno presenti due testimonial d’eccezione, simbolo di questo percorso di emancipazione: la  campionessa europea, mondiale e paralimpica nello stile libero e nel dorso Cecilia Camellini e la pallavolista plurimedagliata europea e mondiale, atleta della nazionale italiana di volley Francesca Ferretti.

Il convegno sarà aperto alle ore 11 da Roberto Rabitti, presidente del Panathlon international club, e da Vanda Giampaoli, presidente dello Zonta international club. Dopo i saluti delle autorità, è previsto l’intervento della professoressa Gigliola Gori, docente di Pedagogia e storia dello sport all’Università di Urbino, con un approfondimento sul tema “Donne in lotta contro i pregiudizi di genere: le prima conquiste nello sport (1896-1936)”. A seguire, è in programma la conversazione con le atlete Cecilia Camellini e Francesca Ferretti e, alle 12.30, l’inaugurazione della mostra fotografica  correlata, che resterà aperta al pubblico tutti i giorni fino al 19 luglio.

I Giochi internazionali del Tricolore e tutti gli eventi correlati sono organizzati nell’ambito del programma di Reggio Emilia per Expo 2015, e sono promossi da un Comitato composto dal Comune di Reggio Emilia, dalla Provincia di Reggio Emilia, dalla Regione Emilia-Romagna, dal Coni dell’Emilia-Romagna e dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia. A gestire l’organizzazione della manifestazione è invece un Comitato organizzatore composto da Comune e Provincia di Reggio Emilia, Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia e Coni regionale, insieme al Comitato italiano paralimpico (Cip) regionale, Centro sportivo italiano (Cis) di Reggio Emilia e  l’Unione italiana sport per tutti (Uisp) di Reggio Emilia.

La manifestazione si svolge a Reggio Emilia dal 25 al 30 agosto 2015 e prevede il coinvolgimento di atleti dagli 11 ai 19 anni, provenienti da 15 Paesi del mondo, in 42 discipline sportive convenzionali, alle quali si aggiungono cinque giochi tradizionali e sei con la partecipazione di persone con disabilità.