Festa in Polveriera, cantiere aperto e musica

Dopo decenni d'abbandono e degrado rinasce il cuore del Quartiere Mirabello. In un edificio creatività e spazi di lavoro, nell'altro servizi sociali. Campagna di crowdfunding

REGGIO EMILIA – Grande serata, domani venerdì 10 luglio, nell’area della Polveriera di Reggi, che grazie all’intervento di ristrutturazione e ai forti investimenti in corso da parte di alcune cooperative sociali reggiane (capofila il Consorzio Oscar Romero) passerà da luogo di degrado a nuovo spazio di lavoro e di vita.  Non casualmente l’evento è stato denominato “Cantiere Aperto”, prima occasione per offrire ai cittadini la possibilità di entrare – dopo decenni di abbandono – in una parte dei locali già ristrutturati per vedere da vicino – in un clima di festa, musica dal vivo, degustazioni – cosa si sta facendo dentro gli edifici.

La società. La Società “La Polveriera”, che recentemente ha portato il capitale sociale da 100mila a 200mila euro e che tra i soci conta il Consorzio Oscar Romero e le cooperative sociali Coress, Dimora d’Abramo, L’Ovile, Anemos, Elfo, Il Villaggio, Nuovo Raccolto.
La struttura. Il “cantiere aperto” (che avrà inizio alle 20) “permetterà di poter ammirare in tutta la sua bellezza – sottolinea Emma Davoli, presidente del Consorzio Romero – uno dei due edifici oggetto dell’intervento, che ospiterà servizi per il lavoro e la formazione, spazi commerciali dedicati a un design market, spazi laboratoriali artigianali e socio-occupazionali, spazi per la ristorazione, la sede del Consorzio”. Speculare a questo, ma non visitabile nell’occasione per il progredire dei lavori,  “l’ulteriore edificio prevede spazi  di inclusione delle persone con disabilità attraverso servizi diurni e residenziali loro dedicati, spazi per servizi di mediazione sociale, culturale, penale, la realizzazione di un Centro per la Giustizia Riparativa, spazi civici a disposizione del quartiere e delle organizzazioni cittadine”, come spiega spiega Leonardo Morsiani, presidente della società “Polveriera”.

 

Obiettivo dichiarato dell’evento di venerdì 10 luglio “è quello di consentire – afferma Emma Davoli – , per una sola sera ed eccezionalmente nel corso del cantiere, di toccare con mano l’intervento, verificandone la fruibilità, la bellezza del luogo, la versatilità di utilizzo e di potenzialità, perchè raccontarlo è comunque sempre troppo riduttivo rispetto al poterlo visitare di persona”.

Il programma. Il programma  prevede “drink, food & live music”, con interventi musicali dal vivo da parte di quattro gruppi che si alterneranno dalle 20.00: Shake Your Hips, Baby; Empatee Du Weiss; La Grande Orquestra de la Muerte; Angela Baraldi, Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi nello spettacolo “Toxic Love – Omaggio a Lou Reed”.

“Cantiere Aperto” sarà anche l’occasione in cui la Società “La Polveriera” e le cooperative sociali della rete consortile Oscar Romero che ne sono parte avvieranno una campagna di crowdfunding già possibile attraverso il sito della società (www.lapolveriera.net).

“Anche in questo modo – spiega Morsiani – vogliamo infatti sollecitare i cittadini della zona Mirabello e della città, le organizzazioni e le imprese del nostro territorio, a pensare il progetto Polveriera come un’occasione sostenibile di cambiamento del quartiere e della città, convertendo due fabbricati progettati per la manutenzione di carri armati durante la guerra, e per decenni semiabbandonati, in un centro di servizi per la città ed in un luogo di relazioni”.