Fer, lavori in 11 stazioni reggiane foto

Il consigliere Soncini: "Il progetto prevede di renderle più accessibili, gradevoli e sicure". Via le barriere architettoniche

REGGIO EMILIA – Nuove pensiline, impianti di videosorveglianza, rastrelliere per le biciclette, rinnovamento dei sistemi di comunicazione al pubblico ma non solo: nel nuovo piano della Regione che verrà realizzato da FER nell’arco di tre anni, per riqualificare e rilanciare undici fermate/stazioni della rete ferroviaria reggiana (120 a livello regionale), rendendole più accessibili, gradevoli e sicure, anche adeguamento dei marciapiedi, eliminazione delle barriere architettoniche, istallazione di segnaletica speciale.

“Si tratta di 10 milioni di euro – spiega la consigliera reggiana Ottavia Soncini, del Pd – per un intervento organico, che punta ad agevolare la fruibilità delle stazioni. Obiettivo principale del piano è eliminare gli ostacoli fisici che riducono la mobilità degli utenti, con particolare attenzione alle persone con disabilità o con difficoltà motorie”.

Questo verrà fatto attraverso l’ampliamento della larghezza, lunghezza e altezza dei marciapiedi delle stazioni e delle fermate e il rifacimento della pavimentazione. “L’adeguamento per ipovedenti e non vedenti verrà garantito con la predisposizione di percorsi tattili di orientamento e sicurezza. Più in generale, il piano punta a superare la “barriera” che il sistema ferroviario può rappresentare per gli utenti non abituali, a causa delle difficoltà a orientarsi e a muoversi all’interno delle stazioni. Una difficoltà che può essere superata riqualificando le strutture e migliorando i servizi secondo criteri omogenei e standardizzati.

Lavori già iniziati nel reggiano. Per quanto riguarda la situazione strettamente reggiana, “l’obiettivo, entro fine 2015, è completare l’adeguamento dei marciapiedi in 11 stazioni del reggiano”, continua Soncini. Si tratta di stazioni poste sulle linee Reggio Emilia – Ciano d’Enza, Reggio Emilia – Sassuolo e Reggio Emilia – Guastalla. Fer ha già iniziato in maggio i lavori per la manutenzione straordinaria di 11 marciapiedi lungo le tre linee sopra indicate, lavori che dureranno fino a dicembre 2015. Tali lavori prevedono, tra l’altro, anche la realizzazione di percorsi tattili e senza barriere per disabili visivi.

Le località interessate sono lungo la linea Reggio Emilia – Ciano la fermata San Nicolò (Cavriago), fermata di Bibbiano, fermata di via Monti (Bibbiano), fermata San Polo, fermata via Tedaldo (Ciano d’Enza).
Sulla linea Reggio Emilia – Sassuolo le fermate interessate sono quelle di Villalunga (Casalgrande) e Chiozza (Scandiano).
Sulla linea Reggio – Emilia Guastalla le fermate interessate saranno quelle di Vezzola (Novellara), San Giovanni della Fossa (Novellara), San Bernardino (Novellara)”.

Il piano, inoltre, prevede interventi ai marciapiedi finalizzati al miglioramento dell’accessibilità su altre località. Questa seconda parte del piano è ancora in via di progettazione a livello esecutivo. Si interverrà sulla linea Reggio-Ciano nelle stazioni di Reggio Santo Stefano, Reggio all’Angelo; sulla linea Reggio-Sassuolo le stazioni di Pratissolo e Sassuolo Radici; sulla linea Reggio-Guastalla la stazione di Bagnolo; sulla linea Parma-Suzzara le stazioni di Lentigione, Brescello, Boretto e Gualtieri.