Delitto Burani, Nebbioso condannato a 12 anni

La vittima, artista di Bibbiano, venne ucciso a colpi di pistola solo per aver aiutato a traslocare un amico, coinquilino dell'assassino. La rabbia dei parenti, che speravano in una pena più severa

BIBBIANO (Reggio Emilia) – Dodici anni di carcere – di cui tre di cura – e una provvisionale di 35mila euro al 51enne Giovanni Nebbioso per aver ucciso con sei colpi di pistola Lorenzo Burani,

Lorenzo Burani

Lorenzo Burani

38 anni, scultore di Barco di Bibbiano. Lo ha deciso ieri il Tribunale di Modena, suscitando lo sdegno e la rabbia dei parenti della vittima: il pubblico ministero Katia Marino, infatti, aveva chiesto una condanna a 14 anni. Il processo si è svolto con rito abbreviato, un tipo di giudizio che consente all’imputato di ottenere uno sconto di un terzo sulla pena finale.

Nebbioso uccise Burani il 26 settembre 2013 a Lesignana, nel modenese. Il bibbianese si trovava a casa dell’amico Alessandro Pica, 74 anni, coinquilino dell’omicida per aiutarlo a traslocare proprio a causa dei contrasti con Nebbioso.

Se anche i 14 anni chiesti dal pm Marino possono sembrare pochi, bisogna considerare che a questa pena si era arrivati partendo da 21 anni (20 per l’omicidio, più un anno per la continuazione), ridotti di un terzo. Nel calcolo era stato tenuto conto della perizia psichiatrica che aveva stabilito che Nebbiolo (reo confesso) è parzialmente incapace di intendere e volere: il medico incaricato della perizia lo ha definito “schizofrenico”.

I famigliari della vittima – assistiti dall’avvocato Vainer Burani – speravano in una condanna per omicidio premeditato, e dopo la lettura della sentenza hanno sfogato la loro rabbia chiedendo come mai Nebbioso – se davvero soffriva di un parziale vizio di mente – fosse in possesso di una pistola regolare e avesse il porto di armi. Burani era sposato con Valeria Bigi ed era padre di una bimba che oggi ha 9 anni.