Zona stazione, proseguono i controlli della polizia

Trovati irregolari nella ex Cepa in viale Ramazzini e due nordafricani con dell'eroina. Controlli anche in via Vecchi

REGGIO EMILIA – La polizia, anche in questo inizio d’estate, prosegue nell’attività di prevenzione e contrasto alla criminalità nelle aree cittadine a rischio degrado. Questa mattina gli uomini della questura, insieme agli operatori del reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia, hanno portato a termine un servizio dedicato ad attenti controlli nelle ex aree commerciali ormai dismesse, utilizzate quale rifugio per persone senza fissa dimora.

In viale Ramazzini, nell’area Ex Cepam, all’interno di quelli che una volta erano gli uffici, sono stati trovati 5 cittadini nordafricani, di cui 2 irregolari sul territorio nazionale mentre, nell’area esterna, in giacigli di fortuna, sono stati trovati altri tre nordafricani di cui uno in possesso di 1,5 grammi di eroina. I controlli sono stati estesi alle palazzine ad uso residenziale delle aree segnalate di maggior degrado. In via Bligny, in un appartamento fatiscente, probabilmente utilizzato come dormitorio occupato da numerosi cittadini stranieri di varie etnie (Cina, Pakistan, Nord Africa) è stato trovato un magrebino privo di documenti.

Poi la polizia ha controllato un immobile in via Vecchi all’interno del quale sono stati rintracciati due giovani senza documenti e due cittadini cinesi con permesso di soggiorno scaduto. Gli agenti hanno poi passato al setaccio le aree maggiormente frequentate da soggetti border line riportando i seguenti risultati: 185 soggetti identificati di cui 78 stranieri e complessivamente 63 con precedenti di polizia.