Via Makallè, bus di Seta di nuovo a fuoco

Oggi alle 15: le fiamme si sono sprigionate nella parte posteriore del mezzo. Seta: "Solo vapore acqueo"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Di nuovo un bus a fuoco di Seta. E’ successo oggi verso le 15 in via Makallè. Le fiamme sono divampate dalla parte del motore che in quei mezzi è nella parte posteriore del veicolo. A lanciare l’allarme l’autista del bus che ha chiamato i vigili del fuoco quando ha visto il fumo che proveniva dalla coda del mezzo.

L’incendio è stato subito spento dai vigili del fuoco arrivati sul posto. C’è da notare che non è la prima volta che un bus di Seta prende fuoco e, in particolare, questo accade con i mezzi alimentati a gpl.

Due settimane fa, per esempio, un pullman della linea 10 ha cominciato a sprigionare fumo mentre percorreva via Lungo Crostolo, nei pressi del ponte di San Pellegrino. Il 9 marzo scorso, invece era andato a fuoco un autobus extraurbano, nel tratto compreso tra Fabbrico e Campagnola.

In quel caso il problema era dovuto a un pneumatico che si era sgonfiato andando a sfregare contro l’altro provocando l’incendio.

Seta: “Solo vapore acqueo”
“Seta comunica questo pomeriggio, alle ore 15 circa, si è verificata un’avaria sul mezzo aziendale matricola n° 1721, in servizio sulla linea urbana 5 di Reggio Emilia in direzione Rivalta-Peep. Il problema meccanico si è manifestato all’altezza di via Makallè: il conducente ha avvisato la sala operativa di Seta che, avendo scorto del fumo proveniente dalla ruota posteriore destra, si era attivato con l’estintore di bordo per abbassarne la temperatura e richiedeva l’intervento dei Vigili del Fuoco. Sul posto è giunta rapidamente la squadra di pronto intervento di Seta, che non riscontrava il surriscaldamento dell’impianto frenante, la cui temperatura risultava nella norma per l’utilizzo durante il servizio di linea. I Vigili del Fuoco, intervenuti in pochi minuti, non hanno riscontrato alcun principio di incendio e si sono limitati a versare acqua in via precauzionale sulla ruota già cosparsa di polvere di estintore. In via Makallè è stato inviato un mezzo sostitutivo che ha consentito di far riprendere il servizio sulla linea 5 e sul quale sono stati fatti salire i passeggeri del mezzo in avaria. Quest’ultimo è stato trainato presso un’officina specializzata, dove verrà sottoposto a specifica diagnostica per risalire alle cause del malfunzionamento di cui è stato oggetto. Da un primo esame del mezzo n° 1721 si è evidenziato un anomalo surriscaldamento del motore (le spie di temperatura eccessiva risultavano infatti accese): in attesa di ulteriori accertamenti si ipotizza quindi che si sia verificata una fuoriuscita di liquido di raffreddamento dal collettore di scarico, reso incandescente dalla mancanza del liquido stesso. Il contatto tra il liquido fuoriuscito e le parti meccaniche arroventate avrebbe dato origine all’anomala nuvola di vapore acqueo notata dall’autista e da alcuni passeggeri. Per completezza di informazione si precisa che il mezzo in questione (modello MAN A 21, alimentato a Gpl) è stato immatricolato nel 2005, appartiene alla categoria Euro 5 ed è in regola con tutti i programmi di manutenzione ordinaria (ultima revisione annuale effettuata in data 31 ottobre 2014)”.

Più informazioni su