Quantcast

Via Fratelli Cervi, truffano gelataio: denunciati

Pagano con banconote di grosso taglio, mandano in confusione il titolare del negozio e poi scappano con il resto: si pensa che non sia la prima volta

REGGIO EMILIA – Truffa in una gelateria di via Fratelli Cervi dove un cliente è presentato, sabato scorso, e hanno voluto pagare un cono gelato con una banconota da 100 euro, costringendo il titolare a impiegare tutte le banconote di piccolo taglio presenti in cassa per riuscire a dargli l’intero resto.

A quel punto è entrato il secondo malvivente che ha fatto finta di non conoscere l’altro e anche lui ha fatto un acquisto da poco, pagando con una banconota da 50 euro mettendo in imbarazzo il titolare, rimasto senza spiccioli. A quel punto l’altro complice ha tirato fuori le banconote di piccolo taglio per risolvere il problema cambiandogli la banconota da 100. Il gelataio, in buona fede, accetta.

E qui scatta la truffa, sovrapponendo il denaro dato per il pagamento della consumazione e quello per cambiare la banconota da 100. Quando il cliente esce il gelataio si rende conto che mancano 50 euro. Corre fuori e vede l’uomo allontanarsi in auto, con il primo. Chiama la polizia e poco i due dopo vengono trovati in corso Garibaldi. Sono E.S. 45 anni e R.R. 32 anni: hanno in tasca circa un migliaio di euro in banconote di vario taglio.

Potrebbero essere provento di altri raggiri. Chi pensa di esserne rimasto vittima, può rivolgersi alla questura. I due sono stati denunciati.