“Mercoledì rosa, basta abusivi : il Comune intervenga”

Il segretario provinciale Vinci: "Il sindaco faccia cessare subito queste situazioni di illegalità"

REGGIO EMILIA – Sul problema degli ambulanti abusivi nelle serate dei Mercoledì rosa, denunciato ieri da Confcommercio, interviene anche la Lega Nord. Scrive Gianluca Vinci, segretrio del Carroccio: “Il 24 giugno è andato in “scena” l’ennesimo Mercoledì Rosa degli abusivi, l’illegalità ha trionfato anche questa volta, la via Emilia ha brulicato di extracomunitari, “risorse”, che non parlavano più di due parole d’italiano, che vendevano borsette, borsellini e scarpe di grandi marche, palesemente contraffatti, su ampi teli comodamente stesi sulla sede stradale, questo in mezzo a migliaia di cittadini che passeggiavano per Reggio. Sono rimasto allibito da questa plateale violazione di ogni normativa in tema di commercio e non solo, e non ho potuto fare a meno di fotografare questi venditori abusivi i quali mi hanno subito attorniato chiedendomi “poco gentilmente” di non fare fotografie, ordine che chiaramente non ho eseguito ed avviando così una accesa discussione con questi soggetti che non apprezzavano il mio interesse”.

Aggiunge Vinci: “In tutto questo vero e proprio bazar a cielo aperto, non si sono visti agenti della polizia municipale, nessun intervento per reprimere e sequestrare la merce contraffatta. Si è consumato un vero e proprio scempio in sfregio ai commercianti onesti, il tutto nell’indifferenza del Comune quando chi svolge una attività commerciale, in particolar modo in centro storico, conosce bene le complesse procedure ed i costi relativi sia all’occupazione di suolo pubblico si all’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie per il commercio di beni, lasciando da parte gli aspetti penali derivanti dalla contraffazione dei marchi”.

Conclude Vinci: “Prendo allora in prestito una frase ripetuta costantemente in questi anni dai membri della giunta di Reggio: “La cultura della legalità si persegue con il contrasto anche ai piccoli illeciti, come è quello di non farsi fare lo scontrino”, per assicurarvi che in via Emilia su quei teli ricoperti di merce contraffatta non vi era alcun registratore di cassa. La Lega Nord chiede al sindaco di far immediatamente cessare queste situazioni di illegalità nel territorio del Comune di Reggio, facendo intervenire la polizia municipale per effettuare i necessari controlli e far rispettare le leggi a tutti, anche agli extracomunitari”.