In costume da bagno contro il park Vittoria

Una ventina di persone hanno partecipato a un flash mob, stamattina, in piazza Martiri del 7 Luglio, per protestare contro la realizzazione del Park Vittoria

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Una ventina di persone hanno partecipato a un flash mob, stamattina, in piazza Martiri del 7 Luglio, per protestare contro la realizzazione del Park Vittoria, presentandosi in tenuta da mare, con pinne, accapatoi e teli da mare. Il riferimento, ovvio, è alla sottostante piscina che si è formata nel park Vittoria in cui, probabilmente, sarebbe bene non bagnarsi.

Radioline da spiaggia, lettino e ombrelloni. La protesta è stata organizzata su Facebook da Francesco Fantuzzi, candidato sindaco della lista “Un’altra Reggio” pure lui in accappatoio blu e occhialini che ha voluto provocatoramente porre all’attenzione dei cittadini la vicenda del cantiere del Park Vittoria, da oltre un mese trasformato in una piscina nel bel mezzo del centro storico.

Fantuzzi ha detto al Carlino: “Non riusciamo più a trovare il sindaco. Lo vediamo solo al palazzetto a tifare per la Grissin Bon. Crediamo che il motivo dei rallentamenti non siano i mosaici o la falda, ma i problemi economici di chi costruisce il cantiere. Tra i cittadini erano presenti il consigliere Cinzia Rubertelli, di Grande Reggio e Ivan Cantamessi del Movimento 5 Stelle.

Più informazioni su