Il sindaco Vecchi: “Comune pronto ad adeguare il Palasport”

Il Comune è pronto "anche autonomamente, ad attivarsi per la ristrutturazione, l'adeguamento e l'ampliamento del Palazzetto dello sport di via Guasco”. Ricevuti in Sala del Tricolore sabato, con la squadra, i tecnici e i vertici della società Pallacanestro Reggiana, reduce dalla finale del campionato italiano nella massima divisione.

REGGIO EMILIA – “Il Comune è pronto, da domani e anche autonomamente, ad attivarsi per la ristrutturazione, l’adeguamento e l’ampliamento del Palazzetto dello sport di via Guasco”. Così il sindaco di Reggio Luca Vecchi in Sala del Tricolore sabato, con la squadra, i tecnici e i vertici della società Pallacanestro Reggiana, reduce dalla finale del campionato italiano nella massima divisione.

“Abbiamo l’esigenza – ha proseguito il sindaco – più che mai dopo la splendida esperienza della Pallacanestro Reggiana nel campionato appena concluso, di non eludere un tema: l’adeguamento del PalaBigi, impianto che per storia ed energie raccolte e diffuse rappresenta per noi il sesto uomo in campo.

“Serve una soluzione del problema Palasport – ha aggiunto – la città lo attende e condivide l’obiettivo di una struttura adeguata. Amministrazione comunale e società stanno lavorando intensamente, da un anno a questa parte, alla ricerca di una soluzione, non semplice se, come sappiamo, tentativi si sono espletati anche nei decenni passati. Ora l’Amministrazione è pronta a uno sforzo autonomo e straordinario, date per altro le risorse disponibili in questa fase storica, per intervenire sul PalaBigi.

“Chiamiamo la città a un crowdfunding, continuiamo a essere aperti a proposte e valutazioni progettuali ma, giunti a questo punto, con una squadra e una società sportiva di questo livello e consapevoli che non sarebbe facile avere un impianto nuovo – ha sottolineato Vecchi – non sarebbe obiettivo se l’Amministrazione non si facesse comunque carico dell’adeguamento del Palazzo dello Sport di Reggio Emilia: la nostra intenzione è di intervenire”.

In Sala del Tricolore, con la squadra, erano presenti il patron Stefano Landi, il presidente Ivan Paterlini e la vicepresidente Licia Ferrarini, l’ad Alessandro Dalla Salda, il direttore sportivo Alessandro Frosini e l’allenatore Massimiliano Menetti.

“A voi dico prima di tutto grazie, il grazie della città per l’esperienza di questa splendida ed entusiasmante stagione: una pagina importante dello sport e della storia della nostra città – ha detto il sindaco Vecchi – E consentitemi di sottolineare, per tutti, il merito di Stefano Landi di avere creduto a fondo e con lungimiranza, un passo dopo l’altro, nel vostro progetto sportivo: con voi anche la città, a cui avete trasmesso valori, oltre che emozioni, è più forte.

“Siete un gruppo sportivo splendido, grazie anche alla dedizione del vostro allenatore Max Menetti. Oltre alla capacità e all’alta qualità del vostro gioco, avete saputo costruire un rapporto di fiducia bellissimo con la città, che in voi ora si identifica. Avete dato prova di senso etico nello sport, di passione come speranza e volontà di migliorarsi e di grande umanità che, possiamo dire, fa rima con generosità. Non a caso la Pallacanestro Reggiana è una delle società più attente ai settori giovanili. Tutto questo è segno di responsabilità – ha concluso il sindaco Vecchi – dato che i comportamenti degli atleti e gli stili societari sono di solito un messaggio esplicito, un modello per la comunità, per i giovani in particolare. E la città ha vissuto con voi questi comportamenti, questi valori”.