Il sesso della salute: convegno sulla medicina di genere

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La salute non ha sesso, ma tenendo conto delle specificità di genere si può rendere più efficace la cura. Un tema importante, che sarà al centro in un incontro promosso dal Pd.

“La Regione Emilia Romagna tutela il diritto alla salute come sancito dall’articolo 32 della Costituzione, garantendo parità di accesso alle cure con particolare riguardo alle differenze di genere e relative specificità…” Così recita l’art. 10 della “Legge quadro regionale 6/2014 per la Parità e contro le discriminazioni di genere”.

La norma, che ha visto prima firmataria la consigliera regionale e presidente della Commissione di Parità, Roberta Mori, pone l’attenzione su una nuova e crescente sensibilità sulla differenza di genere in medicina, che induce ad approfondire in ambito medico – scientifico le peculiarità che caratterizzano le differenze anatomiche e fisiologiche fra uomo e donna.

Ciò impone, come fattore primario, la diversità nel trattamento farmacologico e nell’individuazione dei percorsi di prevenzione.

Di tutto questo si parlerà lunedì 22 giugno 2015 alle ore 18.00 presso l’hotel Mercure Astoria, nell’incontro promosso dal Pd provinciale.

Interverranno: Sergio Venturi, assessore alle Politiche per la salute della Regione; Roberta Mori, presidente Commissione regionale parità; Ottavia Soncini, vicepresidente Assemblea legislativa e Silvia Prodi, consigliera regionale.

Più informazioni su