Quantcast

Fiere Reggio, sindaco frena su piano salvataggio Ascom

Ma la Prampolini non molla: "Andiamo avanti con definizione dettagli"

REGGIO EMILIA – Il sindaco di Reggio Luca Vecchi tira il freno sul piano di salvataggio di Reggio Fiere proposto Confcommercio. E’ la stessa presidente dell’associazione Donatella Prampolini ad annunciarlo, dopo l’incontro avuto nel pomeriggio con il primo cittadino.

“Il sindaco ha apprezzato l’impegno e gli sforzi dell’associazione e i contenuti del piano, pur manifestando qualche riserva sulla possibilita’ che possa essere accolto dagli organi della procedura concorsuale, in considerazione del fatto che il Comune di Reggio si era gia’ fatto portatore di una proposta pressoche’ identica che, tuttavia, e’ stata respinta”, riporta Prampolini. Confcommercio pero’, dopo il sostegno incassato nei giorni scorsi dalle categorie economiche, i sindacati, e anche dalla Camera di commercio (uno dei tre soci pubblici delle Fiere) non sembra intenzionata a gettare la spugna.

“I prossimi passi saranno quelli di definire minutamente i dettagli giuridico-economici del piano, quindi condividerli in modo plenario con le organizzazioni d’impresa e, infine, chiedere un’audizione al comitato dei creditori, al giudice delegato e al commissario liquidatore”, dice ancora Prampolini. La presidente, infine, smentisce l’esistenza di un “nostro piano alternativo rispetto a quanto reso noto fin da subito in totale trasparenza”, sul cui conto le notizie “sono prive di ogni fondamento”.