Quantcast

Agricoltura, la Caselli: “L’innovazione è cruciale”

L'assessore regionale all'Agricoltura: "Il nuovo Programma regionale di sviluppo rurale è un grande strumento"

BOLOGNA – “Il nuovo Programma regionale di sviluppo rurale è un grande strumento per sostenere la formazione e dunque l’aggiornamento degli imprenditori agricoli, ma anche per finanziare la ricerca, l’innovazione e il trasferimento tecnologico. Ad esempio attraverso i Gruppi operativi per l’innovazione, forme di partenariato tra aziende agricole e mondo della ricerca che rappresentano una delle novità di questa programmazione europea e che hanno l’obbligo di rendere pubblico il risultato della loro attività di ricerca”.

Cosi l’assessore regionale all’agricoltura, caccia e pesca Simona Caselli commenta le dichiarazione del coordinatore di Agrinsieme Emilia-Romagna  Guglielmo Garagnani, intervenuto al convegno “World food research e innovation forum: le imprese e il futuro dell’alimentazione globale” svoltosi oggi a Bologna su iniziativa di Aster e della Regione Emilia-Romagna.

“Nella competizione globale – ha sottolineato Caselli – l’innovazione è cruciale per essere competitivi sui mercati ed è elemento essenziale per rendere più efficienti le nostre aziende agricole e agroalimentari. Oltre al Psr ulteriori risorse potranno essere ricercate nell’ambito del Partenariato Europeo per l’Innovazione e di programmi come Horizon 2020 il cui accesso può essere ampiamente alla portata di una progettazione coordinata di questa Regione e del sistema agroalimentare emiliano-romagnolo.”