Quantcast

Acqua pubblica, la polizia ha sgomberato i manifestanti

Municipale e Digos stanotte hanno fatto levare, dopo un lungo tira e molla, le otto tende allestite sotto i portici di piazza Prampolini

REGGIO EMILIA – La polizia municipale e la digos hanno sgomberato stanotte i manifestanti del Comitato acqua pubblica che si erano accampati sotto al municipio al termine della manifestazione in favore dell’acqua pubblica che si è tenuta ieri.

Campeggio abusivo, la motivazione che ha fatto levare le otto tende sotto i portici di piazza Prampolini (le tende, in precedenza, erano state montate in piazza Casotti, dove i manifestanti avevano l’autorizzazione e poi erano state spostate lì, ndr). Al momento dello sgombero, iniziato alle 23,30 e terminato alle due di notte dopo un lungo tira e molla, erano presenti un centinaio di referendari. Tutto è comunque avvenuto in modo pacifico.

La Municipale ha sostenuto, regolamento alla mano, che sono vietati i campeggi abusivi in luogo pubblico e in effetti, come si è detto, l’autorizzazione valeva solo per la vicina piazza Casotti dove poi sono tornati i referendari. I manifestanti se ne sono andati, ma hanno promesso che la protesta continuerà fino a domani pomeriggio, quando assisteranno alla seduta del consiglio comunale con lo scopo di parlare con il sindaco, Luca Vecchi.