Via Ceva, ai domiciliari il rapinatore senegalese

Kante Oumar aveva picchiato gestore e clienti dopo aver rubato della merce

REGGIO EMILIA – E’ agli arresti domiciliari Kante Oumar, il senegalese che sabato sera ha rapinato il minimarket orientale di via Ceva. L’uomo, dopo aver sottratto della merce, era stato prima affrontato dal proprietario e da alcuni clienti che lo avevano allontanato.

Ma lui, non contento, si era armato di due bottiglie rotte ed era tornato nell’esercizio per vendicarsi. Appena rientrato nel negozio era andato alla ricerca del titolare e, una volta trovato, lo aveva colpito con il coccio di bottiglia alla schiena causandogli una ferita lacero contusa guaribile in 10 giorni.

Il commesso e un cliente gli si erano lanciati addosso per bloccarlo ma, prima che riuscissero ad arginare la sua furia, erano stati colpiti, rispettivamente, alla testa ed al braccio, riportando lesioni guaribili in 10 e 25 giorni. Solo con l’arrivo degli agenti l’uomo era stato bloccato e arrestato.

Oggi, all’esito dell’udienza di convalida, nei confronti dell’uomo è stata confermata la contestazione dei reati di rapina aggravata e lesioni aggravate e nei suoi confronti è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.