Prefettura, sit in insegnanti contro riforma scuola

In 150 per dire no al disegno di legge. Sabato se ne parlerà alle 17 al circolo Gardenia

REGGIO EMILIA – Sit in di 150 insegnanti, ieri alle 17, davanti alla prefettura in Corso Garibaldi contro la riforma scuola. I partecipanti hanno consegnato al prefetto Raffaele Ruberto un documento firmato dai segretari provinciali di Flc-Cgil Elvira Meglioli, Cisl-scuola Monica Leonardi, Uil-scuola Mario Raia, Snals Roberto Cosentino e Gilda Antonio Bonfrisco, per segnalare il disagio della categoria.

I sindacati chiedono il rispetto dell’autonomia sindacale, il rinnovo del contratto di lavoro scaduto da sette anni e la convocazione di un tavolo di confronto con il ministro dell’istruzione Stefania Giannini.

Intanto si discuterà, sabato alle 17 al circolo Arci Gardenia di viale Regina Elena, della legge di inziativa popolare “Per una buona scuola per la repubblica”, che giace in Parlamento dal 2006. Ne parleranno la senatrice Maria Mussini del gruppo misto e Giovanni Paglia di Sel.

Ha detto la segretraria della Cgil-scuola Elivra Meglioli: “Sarà l’occasione per costituire il Comitato reggiano contro la riforma del governo Renzi e promuovere la discussione intorno alla LIP, già presentata in Parlamento”.