Pedofilia, perquisizioni anche a Novellara

Quattro persone arrestate, fra cui un sacerdote, in un'operazione della polizia che ha toccato anche il Comune della Bassa dove c'è stata una perquisizione

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Quattro persone arrestate, fra cui un sacerdote, in un’operazione della polizia che ha toccato anche Novellara dove c’è stata una perquisizione. Una trentina i presunti pedofili indagati che, secondo l’accusa, sono dediti all’acquisizione o al traffico di materiale video sul web.

Gli arrestati sono due disoccupati di 58 e 51 anni, un sacerdote di 49 anni e un operaio 51enne residenti rispettivamente a Alassio (Savona), Bordighera (Imperia), Lariano (Roma) e Roma.

Oltre al comune della provincia reggiana ci sono operazioni in corso anche ad Alassio (Savona), Alessandria, Besana Brianza (Monza), Bordighera (Imperia), Busnago (Monza), Castel Fiorentino (Firenze), Cava Manara (Pavia), Citta` Ducale (Rieti), Genova, Gussago (Brescia), Lariano (Roma), Livorno, Loale (Venezia), Locorotondo (Bari), Massa Martana (Perugia), Nettuno (Roma), Noto (Siracusa), Pistoia, Pomezia (Roma), Portomaggiore (Ferrrara), Selva di Val Gardena (Bolzano), Ravenna, Roma, Taormina (Messina) e Torrecuso (Benevento).

Nei filmati c’erano anche pesanti violenze ed atti sessuali a danno di bambini con meno di 10 anni e comparivano anche minori costretti ad atti sessuali tra di loro o con animali. Le indagini condotte dal compartimento polizia postale di Milano hanno permesso di individuare 233 utenti su scala globale, che scambiavano via internet materiale illecito.