Grasselli insulta di nuovo la Lucarelli che ora vuole querelarlo

In un nuovo post l'ex candidato sindaco dice che quell'offesa è una "frase vera e che confermo con fierezza". La Lega: "Uscirà dal partito, non condividiamo il suo comportamento"

REGGIO EMILIA – Giuseppe Grasselli, l’ex candidato sindaco per Canossa della Lega Nord, torna ad insultare Selvaggia Lucarelli e stavolta pare proprio che una querela non gliela levi nessuno. Grasselli aveva offeso qualche settimana fa su Facebook la giornalista col commento “Zitta putt…”. Stavolta ha di nuovo insultato la blogger sul social network.

In un nuovo post Grasselli dice che quell’offesa è una “frase vera e che confermo con fierezza”. Immediata la replica della Lucarelli: “Vi ricordate l’ex candidato sindaco leghista di Canossa Giuseppe Grasselli che mi scrisse Zitta putt… e che chiamai al telefono? Bene. Visto che la gogna pubblica e le sue scuse mi erano parse sufficienti e viste le suppliche di un suo compagno di partito di non denunciarlo perchè il “signore” avrebbe una situazione familiare difficile, non avevo querelato. Poi mi inviano quello che scrive oggi, tornato in gran spolvero sulla sua bacheca Facebook, e capisco che evidentemente con certa gente funzionano solo i tribunali”.

Tutto questo mentre la segreteria provinciale del Carroccio “precisa come Giuseppe Grasselli, dopo la sua rinuncia alla candidatura a sindaco di Canossa non abbia più avuto contatti con la Lega Nord, lo stesso successivamente ha infatti fatto sapere di voler uscire dal Movimento ed ha inviato le proprie dimissioni dallo stesso. Il Movimento Lega Nord non condivide il suo comportamento e la sua leggerezza nell’usare Facebook. Nessuna dichiarazione o post scritto da Grasselli è quindi più riferibile alla Lega Nord ma solo al singolo cittadino Giuseppe Grasselli”.