Getta olio bollente in faccia alla moglie: in carcere

Si sono aperte le porte del carcere per un indiano di 38 anni condannato a 4 anni e sei mesi per la vicenda avvenuta nell'agosto 2013 a Rio Saliceto

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Le ha gettato olio bollente in faccia, ferendola poi a un polso con un coltello da cucina. La donna, disperata, ha chiesto l’aiuto ai carabinieri che hanno arrestato il marito per maltrattamenti (anche nei confronti dei figli, entrambi minorenni) e lesioni personali.

Il grave episodio di violenza domestica si era verificato nell’agosto del 2013 a Rio Saliceto: in quell’occasione i militari avevano arrestato il 38enne indiano che nell’udienza di convalida, nell’ammettere di litigare spesso con la moglie, aveva negato di averla picchiata sostenendo che la donna si sarebbe autoinflitta la ferita al polso per poter così accusarlo.

L’uomo nel settembre del 2014 èerastato condannato dal tribunale reggiano a 4 anni e 6 mesi di reclusione di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. La condanna è diventata esecutiva e ora i carabinieri di Correggio, dove l’uomo risiede, si sono presentati a casa sua e l’hanno portato in carcere per espiare la pena pari a 4 anni e 18 giorni di reclusione (detratti gli oltre 5 mesi di detenzione cautelare).