Quantcast

Fiumi di birra scorreranno ai chiostri della Ghiara

Da venerdi a domenica la quarta edizione dell'Arrogant Sour Festival: sgorgheranno ben 140 birre. Ci sarà anche da mangiare

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Tra i tanti microeventi reggiani con la targa Expo, ce n’è uno che micro non è e ha tutte le carte in regola per qualificarsi come vetrina di eccellenze reggiane e non solo. Da venerdi a domenica si tiene infatti ai Chiostri della Ghiara la quarta edizione dell’Arrogant Sour Festival, la grande kermesse dedicata alla birra, e alle birre acide in particolare, che si può senza dubbio annoverare tra i più importanti eventi in Europa per gli amanti del luppolo.

Promotore e protagonista di questo evento è Alessandro Belli, gestore dell’Arrogant Pub, il locale di Canali rinomato sia per la sua offerta di birre di qualità che per le serate a tema con partner, come la premiata macelleria Brarda di Torino, capaci di offrire le migliori carni di Italia. Ai Chiostri della Ghiara da 70 spine collocate su bancone lungo 40 metri sgorgheranno non meno di 140 birre. Tra loro le Lambic, le birre a fermentazione naturale, compresa la leggendaria Cantillon prodotta nel quartiere di Anderlecht a Bruxelles.

Grande attesa anche per le birre provenienti dalla Oersoep Brouwerij di Nimega, Olanda. Tra i molti  ospiti del Festival ci sarà anche il birraio francese Stephane Dumeynieu della Brasserie Des Vignes, che presenterà “Bulles des Vignes 2011” e “Vent d’Anges 2012-2014”. Da più vicino, da Correggio, arriverà il malto del Birrificio Dada. Tanti anche i seminari condotti dai migliori mastri birrai italiani e stranieri: imperdibile quello previsto sabato 30 alle 12.30 “Birre naturali vs Lambrusco”, peccato che i 50 posti disponibili siano esauriti da giorni.

Ci sarà anche da mangiare, ovviamente, e alla bisogna provvederanno alcune indiscusse eccellenze reggiane, come la Gelateria Capolinea e la Pizza on the Road di Giovanni Mandara, patron della Piccola Piedigrotta. Ai caffè penserà una delle migliori torrefazioni italiane, la Torrefazione Lady di San Secondo Parmense, e all’erbazzone reggiano il Forno Moderno del Gattaglio. Chi non si accontenta potrà scegliere tra tortelli di tutti i tipi, costolette di agnello, tagliate di manzo e stracotto di cinghiale. Spazio anche ai vegetariani con il piatto unico vegano.

A fine serata musica con Frankie Magellano, Bersaglieri su Beirut ed Empatee du Weiss. Per accedere alle degustazioni bisognerà acquistare il bicchiere da 7 euro con tracolla personalizzata e guida alle birre del festival. Non aspettatevi bicchieri di cristallo e tovaglie damascate, ma per i gourmand reggiani una visita all’Arrogant Sour Festival nel fine settimana è d’obbligo.

Più informazioni su