Expo, lambrusco d’autore con i vini di Medici

Giovedì aperitivo degustazione sulla Terrazza di Identità Golose della kermesse

REGGIO EMILIA – Medici Ermete ospiterà, giovedì prossimo, buyer, distributori, sommelier ed appassionati del lambrusco d’autore nella Terrazza di Identità Golose di Expo per un aperitivo degustazione con i vini della cantina. Seguirà la cena dello chef stellato Emanuele Scarello.

L’evento si tiene in collaborazione con Identità Golose e Italia del Vino, il Consorzio privato che dal 2009 raggruppa dodici fra le più importanti aziende del comparto vitivinicolo italiano, presenti su tutti i mercati mondiali, per un giro d’affari di oltre 800 milioni di euro. Dal marzo scorso, ad affiancare il nuovo presidente del Consorzio, Andrea Sartori, anche Alberto Medici in qualità di vicepresidente.

I vini Medici Ermete, insieme a quelli degli altri produttori associati al Consorzio Italia del Vino coprono il 70% della carta dei vini nei ristoranti Identità golose.

Come spiega Alessandra Medici, contitolare dell’azienda Medici, “abbiamo colto l’occasione di Expo per intensificare una prassi a noi molto cara, quella dell’incoming. Alla Tenuta di famiglia, La Rampata, riceviamo 5.000 visitatori all’anno, l’80% dei quali sono stranieri. Si tratta non solo di turisti interessati all’enogastronomia, ma anche di esperti del settore, a cui offriamo un tour enogastronomico, che include la visita al Museo del Vino e all’Acetaia e momenti di degustazione di prodotti tipici del territorio. Saranno poi questi visitatori i nostri migliori ambasciatori nel mondo”.

Prosegue poi Medici: “I nostri principali protagonisti all’evento di Expo saranno il Concerto reggiano Lambrusco Doc 2014, il Daphne malvasia secco colli Scandiano e Canossa 2014 e l’Unique Lambrusco rosè brut Metodo Classico. Grazie alla ricerca continua della qualità delle uve, i nostri vini sono riusciti ad approdare in molti dei più prestigiosi locali ed enoteche al mondo. E oggi conquistano visibilità ed uno spazio importante anche ad Expo, dove ci presentiamo insieme ad altri produttori per rafforzare l’identità del vino italiano lavorando insieme per promuovere un prodotto straordinario, che unisce piacevolezza, abbinabilità al cibo, tradizione e convivialità”.

Lo spazio di Identità Golose, «la Stecca», è suddiviso in due ristoranti, a piano terra (con capienza 70 persone) e al primo piano (con capienza 50 persone). Nei due ristoranti cucineranno per tutto il periodo di Expo chef stellati: un best chef dal mercoledì alla domenica e un contemporary chef dal lunedì al martedì. Verrà proposto un menù di quattro portate accompagnate da vini scelti prevalentemente tra quelli prodotti dalle cantine partecipanti al Consorzio Italia del vino.