Quantcast

Coop Nordest, utili dimezzati e vendite in calo

Attivo di 3,172 milioni di euro rispetto 8 milioni del 2013, mentre le vendite ammontano a 881 milioni di euro contro il miliardo e 100 milioni dell’anno passato

REGGIO EMILIA – Utile più che dimezzato e vendite calate di oltre 200 milioni di euro. Sono i numeri del bilancio 2014 di Coop Nordest che sconta, come altri gruppi del dettaglio, il prolungarsi degli effetti della crisi.

“Il 2014 è stato ancora una volta un anno difficile per i consumi, l’occupazione e il reddito delle famiglie – scrive Coop Nordest in una nota – I consumi pro capite sono regrediti ai livelli di 17 anni fa”. L’utile è di 3,172 milioni di euro rispetto 8 milioni del 2013, mentre le vendite ammontano a 881 milioni di euro contro il miliardo e 100 milioni dell’anno passato. In leggero progresso invece il patrimonio netto che raggiunge gli 800 milioni di euro, mentre la base sociale passa da 628.906 a 648.403 soci.

Ieri è partito il calendario di assemblee per l’approvazione dei conti 2014 di Coop Consumatori Nordest, percorso che terminerà mercoledì 10 giugno, data dell’ultima assemblea separata. Le 70 assemblee in programma toccheranno tutti i territori in cui opera la cooperativa, che festeggia il suo ventennale. Si tratta di 12 province e 4 regioni, dal Friuli Venezia Giulia all’Emilia Romagna, fino alla Lombardia e al Veneto orientale.

Sullo sfondo resta il processo di fusione con Coop Estense e Coop Adriatica. L’operazione del secolo per il mondo delle cooperative, con 2,6 milioni di soci, ben 4,2 miliardi di fatturato, 334 punti vendita e 20mila dipendenti, senza dimenticare le tante partecipate nei settori finanziario ed assicurativo, nel turismo, nella comunicazione, nelle librerie e nell’immobiliare.