Camera, la Spadoni sospesa per dodici giorni

Insieme ad altri 66. L'esponente del M5S accusa: "Per aver gridato onestà. A Sanna (Pd) zero giorni per aver dato della donna di strada a una mia collega"

REGGIO EMILIA – La deputata reggiana Maria Edera Spadoni (Movimento 5 Stelle) è stata sospesa per 12 giorni dalla Camera, a partire dall’11 giugno per aver gridato “onestà” in Aula. Scrive la Spadoni: “A Sanna (Pd) zero giorni  per aver dato della donna di strada alla mia collega Carla Ruocco. Vogliono mantenere l’unica opposizione italiana fuori dal Parlamento”.

Spadoni non è la sola sospesa: “Seicentosedici giorni di sanzioni per aver gridato onestà nell’aula della Camera dei deputati – commenta il gruppo parlamentare del M5s -. È una condanna bilanciata all’offesa che abbiamo arrecato agli ‘onorevoli’ di Montecitorio che di ‘onestà’ non ne vogliono proprio sentir parlare”.

Sono sessantasei in tutto, deputati sono stati sanzionati con la sospensione per gli episodi verificatisi nella seduta dell’11 febbraio, continuata nelle giornate del 12 e del 13 febbraio.