Bellacoopia, ecco i progetti degli studenti premiati

Vincitori la 5ª B dell’Istituto Galvani Iodi di Reggio Emilia e la 4ª A dell’Einaudi di Correggio

REGGIO EMILIA – Si sono svolte ieri al Circolo Fuori Orario di Taneto le presentazioni e le premiazioni del progetto Bellacoopia Impresa, giunto alla sua 12ª edizione. L’iniziativa, ideata da Legacoop, si rivolge alle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Reggio Emilia per trasmettere alle giovani generazioni i valori di socialità, solidarietà e mutualità, attraverso la conoscenza della forma cooperativa.

“Per partecipare a Bellacoopia – spiega la responsabile di Bellacoopia Daniela Cervi di Legacoop – ogni classe ha sviluppato un’idea imprenditoriale per la costituzione di una cooperativa virtuale, prendendo in esame gli aspetti societari, l’analisi di mercato, il piano economico finanziario, il piano di comunicazione”.

Presenti ieri al Fuori Orario in un clima di grande entusiasmo gli studenti delle classi reggiane che hanno partecipato al progetto, accompagnati dagli insegnanti, dai presidi, dai tutor cooperativi. Hanno portato il loro saluto agli studenti il presidente di Legacoop Reggio Emilia Ovest Andrea Volta, che ha sottolineato l’attualità del modello cooperativo e il successo che da anni riscuote Bellacoopia, la vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia con delega all’Istruzione Ilenia Malavasi, l’assessore all’Educazione e conoscenza del Comune di Reggio Emilia Raffaella Curioni. Ha presentato l’iniziativa il noto attore e cabarettista Mauro Incerti.

I vincitori del secondo premio

I vincitori del secondo premio

Nove i progetti di cooperative virtuali presentati dagli studenti. Cart.è è l’idea cooperativa della 4ª A dell’Itg “Bus Pascal” di Reggio Emilia. La 4ª B del Bus Pascal ha progettato la cooperativa REciclando. Un Po di Turismo è l’idea della 4ª D dell’Iis “Russel” di Guastalla. La 3ª D dello Scaruffi-Levi-Tricolore di Reggio Emilia ha progettato la cooperativa Social Passion. Land Bank è la cooperativa agricola della 3ª B dell’Iis Zanelli di Reggio Emilia. Gli studenti della 5ª A dell’Iis Nobili di Reggio Emilia hanno progettato Re Style.

Il premio per la migliore presentazione è andato alla cooperativa Robo Coop della classe 3ª H del Liceo artistico Chierici di Reggio Emilia, che si occupa della progettazione e della installazione di sistemi domotici, con particolare attenzione ai settori dell’edilizia, dell’abitazione privata, dell’architettura pubblica, degli spazi per uffici e produttivi. Il primo premio è andato alla cooperativa Optolab della classe 5ª B dell’Iis Galvani Iodi di Reggio Emilia.

Partendo da una istanza di fallimento presentata dal titolare di tre negozi di ottica i dipendenti hanno rilevato l’impresa e, attraverso un workers buyout, si sono costituiti in società cooperativa con intenzione di rilanciare l’attività apportando sensibili modifiche alla vecchia gestione che si presentava tradizionale e conservatrice, con una sostanziale ristrutturazione dei prodotti e servizi offerti ed elaborando un nuovo piano di marketing basato essenzialmente sull’innovazione.

Altra vincitrice è Genos Hub della 4ª A dell’Itc Einaudi di Correggio, che parteciperà direttamente alla finale dell’edizione regionale di Bellacoopia. Genos Hub è uno spazio dove i giovani ricchi di idee imprenditoriali, ma privi dei mezzi necessari all’attuazione del loro progetto, possono recarsi per cercare sostegno e supporto.

I servizi offerti sono: affitto di spazi e postazioni con attrezzature all’avanguardia; consulenze marketing per le ricerche di mercato o con esperti in materia giuridica per la stesura dello statuto e dell’atto costitutivo; organizzazione conferenze; assistenza grafica/informatica.