Reggio Emilia dice addio a fiere ed esposizioni

il liquidatore nominato dal tribunale, Tiziana Volta, ha detto che non potrà vendere capannoni e terreni vincolati a eventi e iniziative

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La nostra città dice addio a fiere ed esposizioni dato che il liquidatore nominato dal tribunale, Tiziana Volta, ha detto che non potrà vendere capannoni e terreni vincolati a eventi e iniziative. Lo riporta Telereggio.

Stop quindi a manifestazioni come Canina, Camer, Ornitologica, dato che il liquidatore vuole trovare in tempi veloci compratori per padiglioni e terreni di proprietà della società fieristica, che potranno essere ceduti in blocco o per lotti, e incassare denaro per pagare i creditori.

I debiti ammontano a quasi 28 milioni di euro, mentre una perizia di tre anni fa aveva indicato in 27,7 milioni il valore del complesso immobiliare di proprietà di Reggio Emilia Fiere, successivamente rivisto al rialzo e ora stimato in 37,7 milioni, considerando, oltre ai terreni in parte ancora edificabili e ai padiglioni di via Filangeri (il pacchetto più appetitoso), anche le aree che Reggio Emilia Fiere possiede a Corte Tegge di Cavriago e a Fora di Cavola di Toano.

Più informazioni su