Offese alla Lucarelli, si ritira il candidato sindaco leghista

Giuseppe Grasselli lascia dopo un direttivo del Carroccio. Vinci: "Non prenderemo provvedimenti disciplinari"

CANOSSA (Reggio Emilia) – Giuseppe Grasselli, il candidato sindaco leghista che aveva offeso, su Facebook, Selvaggia Lucarelli, si è ritirato dalla corsa a sindaco dopo un direttivo del Carroccio convocato d’urgenza dal segretario della Lega Nord Emilia, Fabio Rainieri.

La Lucarelli aveva postato su facebook la foto di una bimba annegata nel naufragio di sabato scorso con il commento: “Lascio a voi decidere se era una cellula Isis, l’ennesima delinquente o colei che veniva a rubarci il lavoro. Magari Salvini lo sa”. Al post erano arrivate molte critiche, ma Grasselli aveva scritto sulla pagina del gruppo “Sei della Lega Nord se…”, rivolto alla giornalista, “Zitta, puttana”.

“Non prenderemo provvedimenti disciplinari – dice il segretario provinciale della Lega Gianluca Vinci – ma abbiamo condiviso la sua scelta di fare un passo indietro. Nei prossimi giorni decideremo chi sarà il nuovo candidato sindaco di Canossa”.