Educazione, Coopselios vola ad Abu Dhabi

Progetto educativo per sviluppare, negli Emirati Arabi, il modello educativo 0-6 anni ispirato all’approccio reggiano “Learning-by-languages”

REGGIO EMILIA – Giovedì 16 aprile, Coopselios e la Family Development Foundation (Fdf) di Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) hanno sottoscritto un accordo che costituirà la base per una collaborazione istituzionale di lungo periodo sull’educazione e il welfare di comunità tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, e che concluderà la sua prima fase nel 2017.

Coopselios assisterà Fdf nella pianificazione e realizzazione di un “progetto pilota” all’interno di un innovativo programma educativo di respiro internazionale che mira a sviluppare, negli Emirati Arabi, il modello educativo 0-6 anni ispirato all’approccio reggiano “Learning-by-languages”, ampiamente consolidato nei servizi per l’infanzia gestiti da Coopselios.

L’obiettivo è la realizzazione di un Centro di Ricerca per l’infanzia volto, tra l’altro, a promuovere networking e condividere best practices, e servizi educativi, incluso un nido da 3 mesi a 3 anni e un centro pre-scolastico per la fascia di età da 3 a 5/6 anni. Tutti i servizi si fonderanno su prassi innovative e inclusive per la cura dei bambini, l’alimentazione, la ricerca e l’accreditamento di standard internazionali.

“Mi ha particolarmente colpito il profondo impegno e la visione strategica di lungo periodo dimostrati da Fdf e dagli Emirati Arabi in relazione alle tematiche dell’educazione infantile, elemento imprescindibile per assicurare un futuro migliore alle nuove generazioni e per promuovere una crescita inclusiva, sostenibile ed equa. Per conto del presidente di Coopselios, Guido Saccardi, e dei quasi 3.000 tra soci e dipendenti, esprimo la soddisfazione di poter contribuire a rendere reale questo ambizioso progetto”, ha dichiarato Raul Cavalli, direttore generale di Coopselios.